Sitografia sull'Algeria

The Middle East Institute pubblica una serie di documenti specifici per vari argomenti e per ogni nazione del Medio Oriente, tra cui uno per l'Algeria.

Schede:

Siti istituzionali

I siti istituzionali algerini sono in generale un po' naif e spesso pieni di link che non portano da nessuna parte. In generale le informazioni comunque si trovano: costituzioni, legislazione, struttura delle istituzioni, altre istituzioni d'interesse, membri, verbali, ecc.

Ho l'impressione che ultimamente stiano cercando di spostare la parte ufficiale verso l'arabo, mentre prima era principalmente in francese. Ad esempio, il Conseil de la Nation (Senato): in teoria è anche in francese e inglese, poi in pratica funziona solo in arabo. Va controcorrente le Chef du Government (Capo del Governo), in cui è la parte in arabo che non va. Come per tutto il resto, può anche essere imperizia tecnica o disinteresse, un po' com'era dalle nostre parti una decina d'anni fa.

Economia

La maggiore impresa dell'Africa e quella a cui compete il 30% del PIL algerino è la Sonatrach, leader mondiale nel commercio di idrocarburi (principalmente gas e petrolio). Il sito è solo in francese (almeno sembra). Non è che funzioni granché neanche lui, ma ha un look più professionale. E una splendida carta dell'energia algerina ( Algeria2007.pdf ) con anche le connessioni verso gli altri paesi.

Va da sé che la produzione di idrocarburi è importantissima in Algeria, quindi esiste un certo numero di siti dedicati. Tra questi, l'Algerian Petroleum Institute, centro per la formazione e la ricerca, posseduto all'82% dalla stessa Sonatrach.

La società pubblica è invece la Sonelgaz, che si occupa di distribuzione di elettricità e gas.

Schede:

Storia

La fonte principale di testi sulla storia dell'Algeria è la Bibliothèque nationale de France. Molti di questi testi vengono digitalizzati e aggiunti alla biblioteca digitale Gallica.

Il sito Algérie ancienne è dedicato alla storia dell'Algeria e contiene alcuni dei testi di Gallica in formato testo, oltre a molto altro materiale. Altro sito amatoriale è Salmigondis à la Venis, che ha molta documentazione, anche sui trasporti, ma purtroppo con pochi riferimenti.

Les Cahiers du Centenaire, usciti nel 1930 (centenario della conquista), riportano informazioni sulla conquista dell'Algeria e sulla colonizzazione.

La Fondation Emir Abdelkader è dedicata alla figura di 'Abd al-Qādir.

Gianozia Orientale: DSCAlgeriaSiti (last edited 2009-05-27 15:34:43 by localhost)